“A beautiful mind”

Gli insegnamenti di “A beautiful mind

John Nash aveva 30 anni quando gli venne diagnosticata una schizofrenia paranoica: il peso di una tremenda malattia si abbatté sulla sana ambizione della sua mente privilegiata.

La sua era una mente brillante, unica e promettente quando ebbe inizio la sua sventura; ciononostante, nulla lo trattenne dal continuare a inseguire i suoi sogni.

Il lavoro che dovette esercitare su sé stesso fu estremamente grande e duro fino all’ultimo momento: è chiaro che vivere senza essere capaci di distinguere la realtà dall’immaginazione è molto complicato. Tuttavia, la mente brillante di Nash ci riuscì.

Nash vinse nel 1994 il Nobel per l’economia grazie alla sua “teoria dei giochi”, ancora oggi in uso e utile per quanto riguarda le strategie di gioco. John poté vivere una vita completamente diversa da come essa si era prospettata a causa della malattia.