L’educazione creatrice

L’espressione naturale è l’essenza dell’Infanzia… che ci accompagna nella vita! E’ libertà di espressione.

L’atto dell’esprimere è atto vitale, necessario, spontaneo, senza età. E’ movimento, trasformazione, impasto, rivoluzione, connessione tra passato e futuro. tra dentro e fuori, tra io, tu e noi.

“La creatività è mettere in connessione le cose!”  Steve Job

E’ “fare”che procura entusiasmo, piacere, è esperienza che libera energia.

Ed è recuperabile ad ogni età!

L’Educazione creatrice …

  • E’ attenzione a ciò che la persona è! Chiede consapevolezza e responsabilità perchè a ciascuna persona sia data la possibilità di essere se stesso… se stessa.
  • E’ apertura, ascolto, accoglienza, è sollecito a scoprire la diversità e a coglierla come complementarietà e ricchezza.
  • E’ possibilità di generare, cioè di chiamare all’esistenza, intesa come dare voce,  portare alla luce, far emergere, ciò che già esiste
  • E’ aiuto a vivere la novità dell’intuizione, ad agire lo stimolo, ad assumere l’imprevisto e l’inatteso, a superare il bisogno di controllo per godere la sorpresa e lo stupore.

c7cd67b99a3bcb234549d81624acc8ae

 

E per questo necessita di un tempo quieto e abbondante, di uno spazio essenziale... perché quanto ha da accadere…accada!

 

 

Arno Stern ha individuato l’Espressione là dove essa si è manifestata: nell’azione dei bambini del suo atelier di pittura.

Il Closlieu, uno spazio senza uno sguardo verso l’esterno, è «luogo protetto» dove essa è possibile grazie all’assenza di pregiudizi e influenze verso l’attività del dipingere. È questa la condizione indispensabile per raggiungere una manifestazione grafica libera da schemi e da regole estetiche, perché l’Espressione, essendo innata, non necessita di insegnamento. Essa appartiene all’uomo e il Closlieu, grazie all’armonia e all’energia, alla mancanza di costrizione e pretese artistiche, permette la sua rivelazione. (cfr. 1)

L’Espressione, per Arno Stern, è intesa nella sua accezione originaria di “pressione – verso – l’esterno”. Dagli abissi più profondi dell’essere fluisce un’energia che si manifesta come traccia nello spazio del foglio. (cfr. 2) È un fenomeno reale senza rapporti con la cultura e indipendente dalle etnie, dal clima, dalle civiltà.

  1. Arno S. – Closlieu. Il chiostro dei colori  – Moretti e Vitali Ed. – BG, 2000
  2. Arno S. – La traccia naturale – Luni Ed., MI, 1997
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...